Il “sanguinario” squalo bianco

SQUALO BIANCO

FAMIGLIA: Lamnidae
GENERE: Carcharodon
SPECIE: c. carcharias

Non si tratta di una nostra foto…

È l’unico rappresentante vivente del genere Carcharodon, e  il più grande pesce predatore esistente sul pianeta, e il terzo pesce più grande in assoluto, dopo lo squalo balena e lo squalo elefante.

La struttura del corpo è piuttosto imponente.
Ha occhi piuttosto scuri e rotondi. È privo di membrana nittante possiede 5 fessure branchiali in grado di pompare acqua solo quando lo squalo è in movimento.

Le pinne sono quelle che lo hanno reso famoso nei film che lo hanno visto come protagonista.

Il morso è stato considerato, per anni, il più potente tra gli animali viventi.


Questa teoria è stata smentita da studi recenti che lo hanno “spodestato” dalla classifica facendolo retrocedere oltre i top 10.

Tra l’altro in natura non ha nemmeno bisogno di un morso così potente, visto che la maggior parte delle prede più piccole le uccide ingoiandole e le più grandi ne strappa le carni a brandelli per aspettare che muoiano.

La bocca dello squalo bianco è dotata di varie file di denti: triangolari e seghettati sull’arcata superiore per sminuzzare la preda, lunghi e appuntiti su quella inferiore per pugnalare e tenere ferma la preda. I denti possono arrivare fino ai 7,5 cm di lunghezza.

Le femmine sono generalmente più grandi dei maschi

Al livello uditivo percepisce vibrazioni a grandissima distanza e l’olfatto è particolarmente sviluppato.

È considerato altamente pericoloso per l’uomo.

CURIOSITÀ:

– In comune con molti pesci e con gli anfibi possiede una linea laterale, un organo composto da una serie di ricettori, posto sui fianchi dell’animale in grado di percepire la vibrazione del movimento di un corpo solido nell’acqua.

– Gli squali bianchi in Sudafrica mostrano che la gerarchia si basa sulle dimensioni, sul sesso e sulla stanzialità degli esemplari: le femmine dominano i maschi, gli squali più grandi dominano quelli più piccoli, gli stanziali dominano i nuovi arrivati.

Lo sapevi che…

– A Seal Island, in Sudafrica, i grandi squali bianchi sono soliti predare le otarie del capo che nuotano in superficie, soprattutto in prossimità delle isole.

– Gansbaai è considerata la cittadina “top” per effettuare la famosa immersione nella gabbia per l’avvistamento dello squalo bianco.

Se vuoi essere sempre informato sul Sudafrica non ti resta che seguirci, puoi trovare interessanti anche questi articoli:

Safari in Sudafrica… quale scegliere

Big Five

Safari al Kruger: quel giorno tra i Licaoni

Jackal: l’amico fidato dei ranger

Io sono Il Re

Franca: la balena australe

La Pantera: esperienza sudafricana

Sawubona EXPLORATORE

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social

No Comment

Leave a Reply

Solve : *
22 − 5 =